ALLEVAMENTI DEL GATTO

ESOTICO

IN EMILIA ROMAGNA

ALLEVAMENTO

di NOME COGNOME

CITTA'

BOLOGNA (BO)

INFO

www.......

 
INFORMAZIONI SUL GATTO ESOTICO

Il gatto con tanto pelo e sottopelo corto, denso e setoso, lucido e soffice. Può essere di quasi tutti i colori ma se ha il bianco dev'essere almeno il 25% o più. Ma solo se vuole vincere le expo.

Classificazione FIFe e cenni storici

Paese d’origine: Stati Uniti. 

L’Exotic (Esotico) è una razza creata dall’uomo, per avere un gatto dal carattere e dall’aspetto del Persiano ma con un mantello meno impegnativo   dal   punto di vista della toeletta- tura. Nacque in America, negli anni ‘60, dall’incrocio tra uno Shorthair e un Persiano. Ciò veniva fatto una vol- ta sola, quindi i cuccioli venivano incrociati di nuovo con la razza principale per potenziare le caratteristiche desiderate. Con  

l’approvazione 

della C.F.A. gli fu dato il nome Exotic Shorthair. In trent’anni di selezione questi gatti riacquistarono il classico aspetto del Persiano, presentando soggetti con grande tipicità. In Europa i primi esemplari sono comparsi negli anni ‘80, la razza fu riconosciuta dalla FIFe nel 1984. Oggi la razza è ben definita, ma gli incroci col Persiano sono ancora permessi, per mantenere e migliorare sia la morfologia, sia la tessitura del pelo.

Carattere

Ha un temperamento tranquillo, dolce e gentile. Ama essere accarez- zato e ammirato, per cui è un perfetto gatto da esposizione, non solo per il carattere ma anche per la facile toelettatura. Tendenzialmente calmo e tranquillo, più attivo però rispetto al Persiano. Poco aggressivo, socievole e affettuoso. Mai invadente. Rispetto al Per- siano ricerca di più il contatto con l’uomo, è un gatto da grembo. Sop- porta tutti i giochi dei bambini. Molto adatto alla vita in appartamento, ama giocare e dimostrare le sue doti di bravo predatore. Convive senza problemi con altri animali, purché rispettino il suo desiderio di quiete; sopporta bene le lunghe ore di solitudine solo se al ritorno il padrone lo ricoprirà di affetto e attenzioni.

Cura

 Per mantenere in ordine il folto mantello lo si deve pettinare e lavare regolarmente. Per la particolare conformazione del naso, gli occhi, molto grandi e sporgenti, hanno una lacrimazione più abbondante che in altre razze. Da mantenere accuratamente pulite sono inoltre le pieghe del muso.. La muta è abbondante rispetto a quella di un comune gatto a pelo corto.  

  • Pagina Facebook

ASSOCIAZIONE NAZIONALE FELINA ITALIANA

SEZIONE EMILIA ROMAGNA

Sede: Via Canovaccia 13

40065 Pianoro (BO)

Tel. 3387890005

P.I.V.A./C.F. IT02921340366 

info@anfiemiliaromagna.it

logo.png

© 2020 by ANFI SEZIONE EMILIA ROMAGNA

Created by CHiR GRAPHICS

  • Black Facebook Icon